Nello scantinato di una palazzina del rione popolare “ex legge 219” i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castello di Cisterna hanno rinvenuto e sequestrato a Brusciano un fucile a pompa rubato a Mantova, una doppietta a canne mozze rubata qualche mese fa ad Acerra, un fucile a canne mozze carico, un quarto fucile, 3 revolver carichi di cui uno con matricola abrasa, un centinaio di cartucce, un revolver a salve, una pistola lanciarazzi, materiale per la pulizia della armi, 5 coltelli, un tirapugni.

Il fucile a canne mozze e 2 pistole erano in un borsello nascosto nel fondo di un tosaerba; due fucili erano invece riposti nella pancia di un tavolo di legno estendibile. Rinvenute nel locale anche 38 biciclette verosimilmente oggetto di furto. Il tutto è stato sequestrato a carico di ignoti. Si tratta presumibilmente di un arsenale a disposizione dei clan locali, in questa fase impegnati non poco con una pericolosa guerra sul territorio cittadino.