Striano, Del Giudice pronto a scendere di nuovo in campo: ecco l’intervista


3385

Dice che dovrà essere la gente a stimolarlo per la nuova discesa in campo alle prossime elezioni Amministrative del 2019, ma da come parla Antonio Del Giudice si sente già in campagna elettorale. L’ex sindaco, con più mandati alle spalle, dunque ci riproverà senza ombra di dubbio. E intanto le sue parole contro l’attuale amministrazione sono al vetriolo.



Dopo le recenti elezioni a Palma Campania e a San Giuseppe Vesuviano, tra meno di un anno si rivoterà anche a Striano. È pronto Antonio Del Giudice a ritornare in campo? 

«Tra meno di un anno si voterà anche a Striano, credo proprio che il futuro sindaco abbia molto da fare. In questi 5 anni, quasi, nulla è stato programmato, senza fare polemica, ma noi cittadini non abbiamo assolutamente visto nulla di ciò che era stato promesso dall’attuale “Sindaco” in campagna elettorale. Abbiamo assistito alla infaticabile azione di un sindaco impegnato a mantenere equilibri politici, fatti di compromessi e conflitti di interesse, pur di rimanere in sella per continuare a gestire la cosa pubblica. Non da ultimo un cambio di giunta senza alcuna motivazione né spiegazione data ai cittadini, un cambio di poltrone giusto per “sopravvivere politicamente” ancora qualche mese. Tutto ciò mentre il paese è in ginocchio senza creare nessuna prospettiva per il futuro. L’attuale sindaco tra qualche mese dovrà fare i conti con un bilancio politico totalmente fallimentare secondo me e secondo una intera comunità. Oggi lo vediamo impegnato ad affannarsi a stare a tutti i costi presente senza comprendere che ormai il dado è tratto. Se sono pronto o meno non lo decido io, lo decideranno prima di tutto i cittadini. Poi si vedrà».

Finalmente dopo 8 mesi via Palma é stata riasfaltata, riscattando anche il “danno di immagine” subito dal paese. A parte le responsabilità civili e penali che dovrà appurare la Magistratura, quali sono secondo Lei quelle politico-amministrative? 

«Sì, dopo quasi 1 anno Via Palma è stata asfaltata. Diciamo che questo è stato l’ultimo atto di un sindaco che in 5 lunghi anni ha dimostrato di non avere il minimo rispetto per i cittadini. Dopo aver creato enormi difficoltà in primis alle attività commerciali di Via Palma, e poi alle migliaia di cittadini della zona, oltre che al danno di immagine arrecato alla intera comunità, perché per settimane siamo stati su tutti i giornali. Ma la strada si è asfaltata solo dopo la denuncia presentata alle autorità competenti. Adesso siamo curiosi di vedere se il sindaco continuerà e si accerterà di chi sono le colpe di tale ritardo e di tale disagio arrecato alla comunità, oppure come al solito, ritirerà tutto. Qui viene fuori una grande responsabilità politico-amministrativa che è il non rispetto dei cittadini da parte di un sindaco ed il non rispetto delle regole».

Un super-consiglio comunale convocato due anni fa, tanti summit in Regione e promesse, non solo elettorali, mai mantenute. Nel frattempo resta spinosa e irrisolta la questione degli allagamenti sul territorio. Cosa ne pensa in proposito? 

«La nascosta, ma non tanto, mania di protagonismo del sindaco Rendina, lo portò a convocare un super consiglio comunale, risoltosi con qualche foto, un articolo di giornale ed un gran nulla di fatto. Il problema allagamenti rimane tale e quale, se non ricordo male in campagna elettorale, dichiarò che in pochi mesi, lui ed il suo “amico” in Regione (il governatore Vincenzo De Luca ndr) avrebbero risolto il problema, smantellando tutto ciò che era stato fatto dalla nostra amministrazione in merito. Dunque credo che per risolvere veramente il problema ci vuole un grande impegno, quell’impegno che noi avevamo messo in campo, a poco servono le “camminate a vuoto” che fa il nostro Sindaco».

A quanto pare il progetto Alta velocità a Striano non decollerà piú. Nessun hub ferroviario sarà realizzato come quello di Afragola, ma resta in piedi solo l’ipotesi di un interscambio per una linea interregionale… Uno smacco o un’alternativa per il paese?

«Stesso ed identico discorso vale per la Stazione di Interscambio Vesuvio Est di Striano. Solo promesse pre-elettorali, il sindaco pensava ad una cosa già fatta, in realtà lui sapeva bene che non si sarebbe fatto più nulla. Altra grandissima presa in giro per noi cittadini».

Alle ultime elezioni politiche Striano ha fatto registrare un boom di consensi per il Movimento Cinque Stelle e un flop clamoroso per il Partito Democratico. A maggio 2019 questo trend potrebbe ripetersi anche per le Comunali?

«A Striano, solitamente si compongono Liste Civiche, ed essendoci un coinvolgimento di tante famiglie spesso non si rispecchia quello che è il trend nazionale».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE