Pompei, rubò “Baci Perugina” a San Valentino: assolto dopo 18 mesi di udienze


1159

A pochi giorni da San Valentino, rubò una decina di tubi di Baci Perugina per regalarli alla compagna, ma fu bloccato dalla guardia giurata del centro commerciale. Dopo due anni di processi, arriva l’’assoluzione per Vincenzo L., 40enne napoletano, incensurato. Il giudice onorario del tribunale di Torre Annunziata, Patrizia Acampora, ha assolto l’imputato per particolare tenuità del fatto. A riportare la notizia è il quotidiano Roma in edicola questa mattina.



Scrive il Roma: «Era il febbraio del 2016, quando il 40enne si recò al centro commerciale Auchan di Pompei. Dopo un giro al supermercato, pagò una bottiglia d’acqua, ma tentò di uscire con dieci confezioni di cioccolatini tipici del San Valentino senza pagarli. A sorprenderlo fu la guardia giurata del supermercato, che lo bloccò in attesa dell’arrivo dei carabinieri della stazione di Pompei. Vincenzo L. fu denunciato a piede libero per furto aggravato, mentre i baci perugina furono restituiti al negozio. Incensurato prima e senza problemi con la legge dopo, il 40enne ha risarcito con circa 200 euro la Auchan di Pompei, una somma che supera più del doppio il valore dei cioccolatini. A quel punto, valutata la sua posizione, il giudice Acampora ha deciso di assolvere il 40enne. È vero che aveva compiuto un furto, ma non l’aveva fatto per trarne profitto né per altre motivazioni nascoste. E poi, ha risarcito il danno. Un processo durato praticamente due anni, che però ha dimostrato la (quasi) innocenza del 40enne, che per un pugno di cioccolatini rubati per dimostrare il suo amore alla compagna ha rischiato una condanna per furto».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE