Aveva nascosto delle confezioni di merendine e del tonno cercando di portarlo via senza pagare, ma all’uscita i dipendenti del supermercato di Pompei dove era avvenuto il furto si sono resi conto di quanto stesse accadendo ed hanno chiamato la polizia. Una merce di poco valore, neppure 10 euro, che l’uomo aveva rubato per sfamare la figlia.

Quando sul posto sono arrivati gli agenti, il capo della pattuglia ha compreso la situazione e si offerto di pagare il conto per evitare la denunciata a quel 30enne disperato di Castellammare di Stabia. Il dirigente ha così compiuto un nobile gesto, tra l’altro continuando ad aiutare l’uomo con l’inserimento nelle liste Caritas per il pacco mensile fino a quando non riuscirà economicamente a risollevarsi.