Gli operai dello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco e del reparto logistico di Nola, si fermeranno dieci minuti in segno di “vicinanza e raccoglimento” per la morte dell’ex amministratore delegato Sergio Marchionne. La notizia è giunta in fabbrica mentre i lavoratori erano impegnati nel primo turno di lavoro, facendo calare il più totale silenzio nei reparti. Alcune tute blu, raccontano che la notizia ha fatto subito il giro dello stabilimento, con voci che si rincorrevano da reparto in reparto, e poi è calato «un silenzio surreale».

Sergio Marchionne durante una visita allo stabilimento di Pomigliano

«Per Giovanni Agnelli ci fermammo solo un minuto. L’azienda oggi ha dimostrato tanta umanità nei confronti di un uomo che ha dato molto». Sono sconcertati e commossi molti degli oltre 4500 lavoratori dello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco che ricordano l’Ad Sergio Marchionne, come l’uomo che ha cambiato, nel bene e nel male, a seconda dei punti di vista, la loro vita in fabbrica. Una decina di operai ha approfittato dei dieci minuti di fermo stabiliti da Fca in segno di vicinanza all’ex amministratore delegato, per pregare per Marchionne.