Un brigadiere dei Carabinieri in congedo, Lazzaro Cioffi, è indagato nell’inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo, il “sindaco pescatore”, primo cittadino di Pollica ucciso il 5 settembre 2010 in circostanze non ancora chiarite. Cioffi, già in carcere per presunti rapporti con un boss del narcotraffico, è indagato per concorso in omicidio volontario aggravato dalla finalità mafiosa.

Difeso dall’avvocato Saverio Campana, Cioffi è stato interrogato nei giorni scorsi dai pm della Procura di Salerno nel carcere di Santa Maria Capua Vetere ma si è avvalso della facoltà di non rispondere. L’ex militare, originario del Nolano, è finito più volte al centro di inchieste legate alla malavita dopo avere operato per anni a Castello di Cisterna.