I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno sottoposto a sequestro oltre 28.000 litri di carburante per il quale non è stato possibile dimostrare la provenienza. I finanzieri hanno sottoposto a controllo un autoarticolato con targa polacca, che trasportava numerosi contenitori in plastica e che era diretto verso la Statale 268 dei Paesi Vesuviani. L’ispezione del liquido trasportato e l’esame dei documenti esibiti ha consentito agli operanti di qualificare il prodotto come gasolio (circa 28.050 litri) ed accertare che non era accompagnato da alcuna valida documentazione obbligatoria utile ad individuarne tipologia, provenienza e destinazione finale.

Al termine del servizio, sono stati posti sotto sequestro l’autoarticolato, i bulk ed il gasolio, mentre i due responsabili, entrambi cittadini polacchi di 42 e 40 anni, sono stati denunciati alla competente autorità giudiziaria per il reato di sottrazione all’accertamento/pagamento dell’accisa sugli oli minerali, nonché per irregolarità sulla circolazione con l’aggravante della transnazionalità.