A Nola la decapitazione dei clan fortemente radicati sul territorio ha consentito l’emersione di nuovi gruppi criminali e l’infiltrazione, nel nolano (comuni di San Vitaliano, Scisciano, Cicciano, Roccarainola), della famiglia Sangermano, propaggine del clan avellinese Cava. Insomma, secondo la relazione semestrale della Dia c’è il dominio dei Sangermano sul territorio di Nola e zone limitrofe.