Pompei, allarme terrorismo agli Scavi: ok a vigilanza armata


1005

C’è l’ipotesi guardie armate a Pompei. In vista dell’emergenza terrorismo, si sta pensando di riorganizzare gli ingressi «Con guardie armate, metal detector e anche l’esercito», come già avviene in molti luoghi sensibili a partire dal Colosseo «sia per tutelare i visitatori sia per gli scavi».



Lo ha annunciato  Massimo Osanna, direttore del Parco archeologico: «Dobbiamo organizzarci bene – dice – anche per non creare code e ingorghi alle entrate, che costituirebbero esse stesse un obiettivo per eventuali attentati».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE