Comunali a San Giuseppe Vesuviano, Ambrosio: «Il 70% dei miei candidati ha meno di 30 anni»


5801

È il candidato sindaco con più giovani al seguito: Antonio Agostino Ambrosio si presenta alle Comunali 2018 a San Giuseppe Vesuviano con 9 liste e 144 candidati, di cui 70 al di sotto dei 30 anni: «Nessun riempilista, tutti giovani motivati dalla passione e dalla voglia di fare, che hanno deciso di sostenermi perchè vedono in me una guida esperta», dichiara il medico primario di chirurgia all’Ospedale di Nola e costruttore di un dispensario in Africa: «Sto aprendo la strada a loro, per rinnovare la classe politica di San Giuseppe Vesuviano. Un cambiamento di cui si avverte assoluto bisogno».



«Basta politica degli archibugi, delle invettive contro gli avversari, dei manifesti stracciati e dell’asfalto elettorale: io e il mio gruppo di giovani puntiamo ai contenuti, a risolvere i problemi veri di una città che negli ultimi 5 anni ha fatto passi indietro. Il nostro agire è trasparente: abbiamo redatto un programma elettorale a porte aperte, invitando i cittadini di San Giuseppe Vesuviano alla partecipazione. Non ci chiudiamo nelle segrete stanze: siamo aperti al mondo e alla comunicazione social». «Nessuno può additarci come vecchia politica perchè siamo il gruppo politico più giovane: chi ha improntato la propria strategia all’attacco avanza sempre gli stessi paragoni con il passato, rendendo impossibile il confronto e perdendo completamente di vista il presente. Un presente fatto di giovani. Ho commesso degli errori, come capita a tutti, ma da persona matura ho acquisito il giusto grado di consapevolezza: i giovani mi hanno scelto per la mia conoscenza della macchina amministrativa. Voglio anche ricordare che ero pronto a sostenere un altro candidato sindaco, il mio caro amico Gianni Giugliano, venuto a mancare lo scorso anno. Una persona stimatissima dai sangiuseppesi che ora ci guarda da lassù, indirizzandoci a fare bene».

«Quanto al programma elettorale, Ambrosio dichiara: «Ad ogni mio comizio, che registra un’ottima affluenza, passo in rassegna i punti del programma elettorale presentato da Vincenzo Catapano, sindaco uscente di San Giuseppe Vesuviano, alle scorse elezioni: neanche uno di essi è stato realizzato. Zero spaccato. Noi intendiamo partire dalle cose concrete: basta con le spacconate, con le promesse impossibili da mantenere. Inserimento dei giovani nel mercato del lavoro, controllo dell’immigrazione e rilancio dell’economia locale sono le nostre priorità, così come l’ambiente, le scuole, lo sport e la riqualificazione totale della città e delle sue strutture. Adotteremo finalmente il PUC, riapriremo gli uffici dell’ASL ed allestiremo eventi culturali di rilievo. Abbiamo le idee chiare su tutto. Dove troveremo le risorse? Abbiamo già avviato con profitto dei canali per la richiesta di fondi europei e istituiremo un ufficio adatto al reperimento anche di quelli regionali e statali. Taglieremo inoltre tutti gli sprechi: basta illuminazioni natalizie da centinaia di migliaia di euro. Se sarò sindaco, a Natale illuminerò solo Piazza Garibaldi: il denaro risparmiato sarà assegnato alle famiglie bisognose, secondo una graduatoria trasparente. Ai cittadini stanchi rivolgo il mio appello: cambiate le cose votando Antonio Agostino Ambrosio e la sua nuova politica».

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE