Panico sul treno: sulla linea circumvesuviana Napoli-Baiano, il capotreno si è trovato costretto a gestire una situazione di emergenza dovuta a un uomo con evidenti problemi psichici che terrorizzava i passeggeri in vettura. A dargli manforte, una agente di Polizia Penitenziaria in servizio presso il Reparto varchi giudiziari del Tribunale di Napoli che in quel momento si stava recando al lavoro.

Nei momenti concitati dell’azione, l’uomo ha sferrato un calcio al ginocchio all’agente di polizia penitenziaria, graffiandole un braccio e facendola urtare una spalla. Nonostante il ferimento, l’agente è riuscita a bloccare l’uomo, per poi essere soccorsa dal capotreno prima di essere trasportata in ospedale a causa delle lesioni, dove le è stata rilasciata una prognosi di 5 giorni.