Condannato a 8 anni di reclusione per estorsione, finisce in carcere il noto affiliato al clan Gionta, tra i più potenti dell’area vesuviana ed egemone a Torre Annunziata. A riportare la notizia è l’edizione online de “Il Mattino”.

Felice Savino, 53 anni, soprannominato “peracotta”, è stato raggiunto nella sua abitazione di Torre Annunziata dall’ordine di esecuzione pena. Arrestato nel 2015 per estorsione aggravata dal metodo mafioso in un’operazione anticamorra in cui era coinvolto anche il babyboss Valentino Gionta junior, è stato condannato in via definitiva a 8 anni carcere.