Boscoreale, si è insediato il sindaco Diplomatico: ecco gli obiettivi


821

Il neo sindaco Antonio Diplomatico, dopo la proclamazione avvenuta alle ore 14:00, ha tenuto una conferenza stampa nel corso della quale, per grandi linee, ha illustrato le sue priorità per la città: bilancio, azienda raccolta rifiuti Ambiente Reale, riapertura del parco pubblico di via Papa Giovanni XXIII, videosorveglianza, piano urbanistico comunale, parcheggio in piazza Pace, scuole, cultura, turismo e servizi.



“Per il bilancio – ha spiegato il sindaco –  è mia intenzione  attivarmi per ridurre i debiti attraverso una rinegoziazione dei mutui per disporre di un minimo di liquidità che allo stato non c’è. Per quanto riguarda l’azienda Ambiente Reale, la situazione è alquanto drammatica e vanno trovate delle soluzioni. Uno dei primi interventi che disporrò sarà la riapertura del parco pubblico di via Papa Giovanni XXIII, richiestomi, in campagna elettorale, da una bambina di sette anni che mi ha colpito nel cuore. Questo polmone di verde dovrà essere riaperto e messo a disposizione della città e in particolare di bambini e anziani. Un’altra immediata priorità sarà il Puc, piano urbanistico comunale. Andrò a vedere l’attuale situazione  dal punto di vista tecnico e legale. Se anche dovremo ripartire da quello precedente, su cui non gravano denunce, lo faremo. Viceversa potremo anche ripartire da capo per giungere sollecitamente all’approvazione. Altra priorità – ha aggiunto Antonio Diplomatico – è la videosorveglianza. Da qui a dieci giorni è probabile che debba sottoscrivere un accordo con il Ministero dell’interno per il finanziamento di un progetto che prevede la videosorveglianza del territorio comunale. A mio avviso Puc e videosorveglianza sono la base per far risorgere Boscoreale, unitamente ad interventi per le scuole, impianti sportivi e cultura. La cultura e la scuola sono alla base della crescita dei ragazzi, tant’è che è mia intenzione attivare una serie d’iniziative con i dirigenti scolastici, una di queste il progetto “palio delle contrade”, un modo per unire la città. E’ importante anche una costante collaborazione con i parroci e le comunità parrocchiali, che sono un punto di riferimento importante per la crescita dei nostri giovani. Sempre con le scuole intendo avviare un’attività costante per incentivare gli alunni alla conoscenza del Museo Antiquarium “Uomo e ambiente nel territorio vesuviano”. In tema di opere pubbliche – ha continuato il sindaco Diplomatico –  va subito realizzato il parcheggio in piazza Pace per sostenere e sviluppare le attività commerciali nel centro storico, così come va completato il parco pubblico a Pellegrini. La mia visione della città è unica, nel senso che non vi devono essere divisioni tra centro e periferia. I cittadini mi chiedono vivibilità, pulizia e vigilanza ed io sarò impegnato per garantire questi servizi. Vanno ridati alla città gli impianti sportivi, in tal senso intendo essere il sindaco del baratto con le associazioni sportive alle quali vorrei affidarli, e avere in cambio la gestione e la manutenzione a loro spese, e garantirne l’uso anche agli indigenti. In ambito turistico – ha concluso il sindaco – intendo proporre ai sindaci dei comuni vesuviani di creare un consorzio tra enti per fare un unicum turistico, con offerte mirate che consentano sia la conoscenza dei nostri tesori, sia per sviluppare l’economia, sostenendo anche le strutture ricettive, alberghi e B&B”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE