Blitz nel Vesuviano, sigilli a tre autolavaggi velenosi e fuorilegge


3667

Tre attività commerciali adibite ad autolavaggio sono state sequestrate a San Giorgio a Cremano per violazioni della normativa ambientale: è il risultato di una operazione della Guardia di Finanza della Compagnia di Portici condotta insieme agli uomini del nucleo operativo “Difesa mare” della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, con l’ausilio del personale tecnico specializzato dell’Arpac e della Gori, gestore del servizio idrico integrato dell’ente d’ambito sarnese vesuviano.



Le tre attività – è emerso dai controlli – erano sprovviste di titolo abilitativo di natura ambientale necessario per l’immissione dei reflui di natura industriale in pubblica fognatura. Inoltre è stata riscontrata la gestione illecita di rifiuti speciali prodotti durante il ciclo lavorativo tra i quali stracci, bombolette spray, contenitori per saponi. I rispettivi rappresentanti legali sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Nel corso di altri interventi sono state elevate sanzioni amministrative sia nel settore ambientale che tributario nei confronti di altri due autolavaggi, per tenuta irregolare del registro di carico e scarico rifiuti, scarichi di acque reflue industriali in fogna, presenza di un lavoratore irregolare, omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali dall’anno 2014 e pagamenti in nero per la locazione di un immobile.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE