Uno scenario macabro: almeno 15 i gabbiani uccisi i cui resti sono attaccati a dei pali o buttati in un pozzetto. Succede a San Giuseppe Vesuviano, non lontano dal sito che sarebbe servito per smaltire i fanghi della vasca di Pianillo, e dove invece si conduce una mattanza, chissà, quasi quotidiana. I gabbiani vengono attirati sul posto dai rifiuti e qui una volta giunti c’è qualcuno ad aspettarli.

Certamente non un solo “appuntamento”, ma più occasioni per fare del male agli uccelli predatori del mare. Le immagini sono davvero brutte e non si può escludere alcuna pista. Le uniche certezze sono i gabbiani morti, di cui alcuni sembrano essere colpiti da armi da fuoco e poi attaccati ai paletti che si trovano in zona.