Ha riportato la frattura della mandibola e numerose escoriazioni e ferite in tutte le parti del corpo, il 25enne di Boscoreale aggredito poco prima della mezzanotte di martedì nella centralissima piazza Schettini a Pompei. Il giovane è stato accerchiato, non si sa ancora perché, e picchiato brutalmente da almeno tre persone. Secondo il racconto del vigile urbano Massimo Troiano – riportato dal quotidiano Roma oggi in edicola – che stava smontando dal servizio quando è stato avvisato da una donna che aveva assistito al pestaggio, il gruppo stava pestando selvaggiamente il 25enne, quando è intervenuto. A quel punto, gli aggressori sono saliti in auto e hanno investito, ferendo lievemente, il vigile urbano, dandosi poi alla fuga.

Restano anche da chiarire i motivi che hanno determinato due ferimenti: quello del 25enne e l’altro, più lieve, al vigile urbano Troiano, giunto in soccorso della vittima del pestaggio. Entrambi sono stati accompagnati al pronto soccorso, intorno alla mezzanotte di ieri sera, presso l’ospedale di Boscotrecase. Al vigile urbano è stata riscontrata solo una lieve contusione al ginocchio, causata dall’urto subito dell’automobile degli aggressori in fuga, mentre al giovane boschese è stata diagnosticata la frattura della mandibola causata da un colpo, tra i tanti inferti con i calci e pugni, da parte degli aggressori che lo hanno lasciato a terra sanguinante, scappando su una vecchia Lancia quando si sono accorti dell’intervento, in suo soccorso, dei vigili urbani.