Pomigliano, capannone imbottito di rifiuti speciali: sigilli a un’azienda e due denunce


1310

I carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale di Napoli, durante un servizio predisposto per prevenire reati ambientali, hanno effettuato controlli nella struttura operativa di una società d’impiantistica a Pomigliano d’Arco. Denunciati in stato di libertà gli amministratori, un 57enne e un 54enne, perché vi era in essere attività di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non derivanti sia dal ciclo produttivo che dalla lavorazione di conglomerati bituminosi.



Riscontrata anche la gestione di rifiuti non pericolosi in difformità dalle autorizzazioni rilasciate e scoperte opere edili realizzate abusivamente, nonché l’esercizio non autorizzato di una autofficina. Per la gestione dei rifiuti non pericolosi in difformità dalle autorizzazioni sono state impartite prescrizioni. L’intera area, i rifiuti, le strutture edili abusive e l’autofficina, comprese le attrezzature, sono state sottoposte a sequestro penale.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE