Ha chiamato i carabinieri dicendo di essere stato rapinato dell’incasso della giornata, circa mille euro, ma in realtà aveva perso tutti i soldi giocando in una sala di slot machine. È successo a Venafro, in provincia di Isernia. L’uomo, un 37enne di San Giuseppe Vesuviano, autotrasportatore di una società di vendita all’ingrosso, si è presentato alla stazione dei carabinieri e ha denunciato di aver subito una rapina a mano armata mentre percorreva con il suo mezzo la strada che collega la provincia di Isernia con quella di Caserta.

Ai militari, l’uomo ha detto di essere stato bloccato da un’autovettura con due uomini a bordo che gli hanno tagliato la strada e minacciandolo con una pistola si si sono poi fatti consegnare l’incasso giornaliero di circa mille euro. Il racconto non ha convinto però i carabinieri che facendo dei controlli alle sale slot e bar locali, anche attraverso le telecamere di videosorveglianza e ascoltando i testimoni, hanno scoperto che il 37enne la sera prima aveva giocato e perso circa mille euro in una sala giochi di un bar del centro.
Messo alle strette, l’uomo ha quindi confessato di essersi inventato tutto solo per giustificare l’ammanco dell’incasso al suo datore di lavoro. Il 37enne è stato quindi denunciato per simulazione di reato e ora rischia anche di perdere il lavoro.