Paziente del Vesuviano muore all’ospedale di Nola: salvati e espiantati gli organi


4150

All’ospedale di Nola è stato effettuato la notte scorsa un espianto multiorgano su un 78enne deceduto per emorragia cerebrale. L’anziano, proveniente dall’area vesuviana, era ricoverato nello stesso ospedale nolano da cinque giorni. Accertata l’irreversibilità delle condizioni dell’uomo, i familiari hanno dato il consenso per l’espianto.



Fegato e reni, gli organi prelevati, sono andati rispettivamente a Napoli e Catania per il reimpianto, mentre le cornee sono state consegnate ad una banca per la conservazione in attesa di un paziente ricevente. L’espianto è stato realizzato da un’equipe specializzata dell’ospedale Cardarelli di Napoli coadiuvata dal personale nolano coordinato da direttore della rianimazione Umberto Vincenti.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE