Ripristino dei danni causati dai furti e dagli episodi vandalici all’interno del cimitero comunale, arriva l’atto di indirizzo della giunta guidata dal sindaco Leo Annunziata. La squadra di governo locale ha dunque risposto alle richieste dei cittadini che, a causa dei ripetuti raid all’interno del camposanto poggiomarinese, si sono ritrovati con tombe, ossari, loculi e cappelle gentilizie danneggiati da mani rimaste ignote nel tentativo di asportarvi arredi in ottone da rivendere sul mercato nero.

Gli episodi, ripetutisi con frequenza nelle ultime due settimane, per la giunta comunale «disegnano una preoccupante situazione per la quale si necessita una urgente risposta al fine di contrastare eventuali futuri episodi». Nemmeno l’aver incaricato una società per il servizio temporaneo di vigilanza ispettiva notturna del cimitero mediante un controllo a mezzo di passaggi fissi ha evitato nuovi furti. Di qui l’amministrazione ha con chiarezza sottolineato anche la propria intenzione di provvedere alla riparazione diretta dei danni a seguito degli atti vandalici mediante l’impegno delle necessarie somme occorrenti imputandole a carico del bilancio comunale.