Prima ferisce la convivente con una coltellata, poi la rinchiude in casa impedendole di uscire: per questo un 32enne, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato a Portici. L’episodio è accaduto la sera del 3 maggio quando l’uomo ha aggredito la convivente di 49 anni con un coltello, nella abitazione che divide con lei, procurandole ferite alla mano destra guaribili in sei giorni. Quindi l’ha rinchiusa in casa ed è scappato, portandole via il telefono cellulare.

Solo ieri la donna è riuscita a liberarsi e a recarsi alla locale stazione dei carabinieri per sporgere denuncia. Nel corso di una perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno sequestrato due coltelli e circa venti grammi di hashish. L’uomo è stato arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale; dovrà difendersi dall’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona e detenzione di sostanza stupefacente.