Truffarono anziani a Pomigliano, San Gennaro e Saviano: 8 arresti

1154

Almeno una ventina, i colpi che hanno messo a segno ai danni di anziani: sono finiti nei guai 15 i truffatori. L’indagine che, coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, ha consentito di scoprire 86 truffe, si è conclusa questa mattina con l’arresto di otto persone (5 in carcere, tre ai domiciliari) e a loro si aggiungono poi altri 7 indagati a piede libero.

I raggiri furono portati a termine in mezza Campania e tra questi sono stati ricostruiti anche i casi di San Gennaro Vesuviano, Pomigliano d’Arco e Saviano, dove le vittime denunciarono subito i fatti alle forze dell’ordine. Gli accertamenti hanno consentito di scoprire 86 truffe, perpetrate in tutta la regione Campania in danno di anziani nel periodo ricompreso tra febbraio 2016 e ottobre 2017, che hanno fruttato al sodalizio criminale circa 90.000 euro in contanti nonché numerosi gioielli e preziosi sottratti alle vittime.

Secondo la ricostruzione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il ‘capo’ della banda è da considerare Gennaro Altamura, che individuava il Comune dove operare ed anche la vittima da colpire. Con lui collaboravano strettamente Edgardo e Raffaele Altamura, Anna Muscerino ed un minorenne che è stato denunciato alla Procura dei minorenni.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE