San Gennarello ancora in ansia per Giovanni: preoccupa ematoma cerebrale

4294

Le condizioni di Giovanni Coppola, il ferito più grave nell’incidente dove è morto l’amico Luigi Cangianello, non sembrano migliorare almeno per quanto riguardo un ematoma alla testa, che secondo fonti mediche non si sta assorbendo autonomamente come previsto. Insomma, nei prossimi giorni i medici dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli potrebbe intervenire chirurgicamente.



Va meglio invece per quanto riguarda il polmone rimasto perforato dopo la frattura di una vertebra. Giovanni è ormai in ospedale da una settimana a causa del tremendo impatto con una Bmw – guidata da un ucraino ubriaco e drogato – arrivata a gran velocità sulla Fiat Punto dei tre ragazzi di Ottaviano che he provocato la morte del 28enne Luigi. La scorsa notte nella frazione di San Gennarello c’è stata una veglia di preghiera per Giovanni.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE