Un servizio fatto a Pompei, in un call center che lavora per un importante compagnia telefonica (estranea alla truffa). È andato in onda ieri sera a “Le Iene” firmato da Andrea Agresti CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO. A denunciare cosa accada all’interno del luogo di lavoro sono stato due ex dipendenti, che di spalle e con la voce distorta hanno raccontato cosa erano costretti a fare.

Tutto si basava sul modem, che al telefono gli operatori dicevano fosse offerto in maniera gratuita mentre invece costava 240 euro. E chi si rendeva conto solo dopo del raggiro, avrebbe comunque dovuto sborsare sempre 240 per recedere dal contratto. Durante il blitz de Le Iene nel call center di Pompei non sono mancati i momenti di tensione, le solite fughe ed i tentativi di provare a chiamare le forze dell’ordine per difendere la privacy.