Il sindaco Luca Capasso ha annunciato di avere scelto di ricandidarsi dopo essere stato invitato a farlo anche da un gruppo di bambini. In tal senso, è Emanuele Ragosta, in campo a sostegno del candidato del Pd, Andrea Nocerino, a replicare al primo cittadino. In sintesi, l’esponente dell’opposizione ha chiesto al primo cittadino il motivo per cui non abbia ascoltato i più piccolo anche durante questi 5 anni di Amministrazione.

Ragosta afferma: «A chi avremmo dovuto ricordare se non a lei sindaco che in 5 anni non avete organizzato una sola attività estiva per i bambini? A chi avremmo dovuto dire “se non a lei sindaco” che per 5 anni, nelle scuole dei bambini ottavianesi, avete fatto crescere l’erba ad altezza d’uomo e poi – solo se qualcuno ve lo ricordava – siete andati a tagliarla? A chi avremmo dovuto ricordare “se non a lei sindaco” che quest’anno abbiamo dovuto chiudere alcune scuole perché c’erano i topi? A chi avremmo dovuto dire che Ottaviano è ultima per finanziamenti europei e regionali per la riqualificazione delle scuole? E questo quando partecipiamo. Perché nella maggior parte dei casi per i finanziamenti previsti per le scuole dei bambini ottavianesi il Comune di Ottaviano neanche partecipa? A chi avremmo dovuto dire che per i bambini occorre fare di più e prevedere doposcuola gratuiti, aree giochi, campi di calcio accessibili, strutture adeguate?».