La morte di Luigi, l’ucraino aveva assunto anche cocaina: lutto cittadino a Ottaviano


5741

Non solo ubriaco, ma anche drogato. Dagli esami del sangue dell’ucraino 36enne arrestato, Piotre Parashchuk, è emerso anche il consumo di cocaina oltre a quello di alcol. Un misto di droga e superalcolici che è dunque alla base della sua corsa sfrenata a 130 chilometri orari nel cuore di Pomigliano, dove ha investito la Fiat Punto su cui viaggiavano la vittima Luigi Cangianiello ed i suoi due amici.



Intanto, ad Ottaviano, l’intera comunità si stringe alla famiglia del giovane di San Gennarello, che gestisce il supermercato Despar all’angolo della centralissima via Pappalardo. Il sindaco Luca Capasso ha già annunciato il lutto cittadini per il giorno dei funerali che già domani dovrebbero celebrarsi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE