Un circolo ricreativo, una sala giochi con biliardi dove Valerio Bifulco (nella foto), arrestato nella retata contro il clan Fabbrocino, gestiva una piazza di spaccio. A parlare è il pentito Domenico Altieri, che tra le altre dichiarazioni parla appunto nei verbali del circolo ricreativo in via Ammendola dove l’uomo della cosca aveva il giro di stupefacenti.

Il collaboratore di giustizia afferma: «Il circolo era gestito da un sangiuseppese e da due dei suoi figli. Valerio Bifulco si trovava sempre lì insieme ad altri due collaboratori. La droga veniva presa in un garage posto alle spalle del cinema Italia e poi spacciata nel circolo».