Groupauto evolve ancora ed in questo 2018 ha già preparato un piano di sviluppo, puntando anche su nuove figure professionali in grado di solcare tutte le pieghe del mercato. È quanto emerso durante la riunione d’inizio anno in Campania con i ricambisti e le officine della “rete”. E tra i nuovi componenti della nuova squadra ci sono Ruggiero Semola, consigliere strategico e Walter Gariboldi, responsabile dell’area informatica. Marinella Romeo, presidente di Aldo Romeo ha fatto un’analisi dell’attuale mercato, annunciando la gamma prodotti allargata sia alla filiale di Napoli che a quella di Ancona. Poi l’annuncio dell’apertura di una nuova sede a Roma e l’intenzione di fare altrettanto in Puglia per raggiungere tutto il Sud.

Intanto Giuseppe De Vivo passerà da Ancona a Napoli, dove affiancherà Roberto Cappabianca nell’area commerciale. E nel 2018 ci sarà la novità delle officine PuntoPro che potranno diventare “stellate” sotto l’aspetto della convenienza e qualità dei servizi all’utente. Oltre alla qualità dei ricambi simili all’originale – fanno sapere da Groupauto – non possono mancare professionalità e cortesia. Per quanto riguarda le cosiddette “stelle”, è stato chiarito che saranno assegnate attraverso un piano esterno per essere più veritieri possibile rispetto ai meriti. Gariboldi ha invece affrontato l’area informatica, parlando del sito web puntopro.it: «Sarà più visitato, grazie anche al G-cat, il catalogo elettronico, strumento per permettere alle officine di comunicare meglio con il cliente, lavorando in maniera più esaustiva all’interno dell’officina».

Il piano pubblicità prevede nel 2018 spot televisivi ed in radio sempre con Loris Capirossi, ma non soltanto durante le gare di Formula 1. Si punterà sulle trasmissioni di Mediaset e programmi seguiti come Le Iene o “Striscia”. Lo scopo è di fare conoscere la rete Groupauto anche a una fascia di pubblico femminile che magari è meno interessata dalle corse, in modo di farsi conoscere come “rete” indipendente e alla prima occasione di esigenza spingere il cliente in officina.

Alberto Dello Iacono, incaricato di formare un consorzio regionale in Campania tra ricambisti Groupauto, ha riferito: «L’obiettivo è fare gruppo, non necessariamente di acquisto, ma per raggiungere insieme l’utente finale», mentre Enrico Succo, responsabile della rete PuntoPro, svilupperà il progetto. Maurizio Grilli, ingegnere di Groupauto ha parlato delle attrezzature: «Per essere pronti ad affrontare il mercato è necessario seguire i corsi di formazione e acquistare nuovi dispositivi, altrimenti le case madri conquisteranon il cliente. È necessario arrivare almeno al loro livelli». Applausi per Gianfranco Allocca, referente in Campania per PuntoPro, a cui i presenti in sala hanno tributato una standing ovation per il lavoro svolto negli anni. È stata inoltre annunciata la “Chisari Alliance”, una filiale di Aldo Romeo in Sicilia, nata dall’alleanza di ricambisti locali.

Infine, Domenico De Vivo presidente della “rete” è stato molto diretto: «Senza soldi non si cantano messe. È necessario che le officine del nostro marchio preferiscano i ricambisti di riferimento e non altri mercati». Infine, ha presentato la quarta generazione della Aldo Romeo: oltre a Giuseppe De Vivo arrivato a Napoli, entra nel team Fabrizio Di Buono, figlio di Marinella Romeo. In sunto, per il 2018, gli obiettivi sono le 5 stelle per le officine, il passaggio da network a brand e naturalmente allargare il mercato.