Cento chili di pesce pericoloso pronto a invadere il Vesuviano: blitz ripreso da “Striscia la Notizia”

1399

Più di cento chilogrammi di prodotti ittici sequestrati dalla Guardia costiera di Torre Annunziata. L’operazione è stata condotta nella prima mattinata di domenica scorsa, ed ha visti impegnati il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo oplontino – guidato dal comandante Alberto Comuzzi, e dell’Asl Napoli 3 Sud. Il blitz è scattato sul lungomare Caracciolo, la strada che costeggia il porto, e via Roma. Sorpresi a vendere frutti di mare e pescato in strada diversi ambulanti abusivi, con i prodotti esposti – su banchetti di fortuna e in contenitori poco igienici – allo smog, agli insetti e agli agenti atmosferici, per 110 chili complessivi. L’intero quantitativo è stato poi distrutto.

I venditori, quattro in tutto, invece sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria per vendita ambulante non autorizzata e violazione delle norme di carattere igienico-sanitario. «Si evidenzia ancora la presenza di tale tipologia di attività illecita – spiega il comandante Comuzzi -, praticata da “non professionisti” che, come è noto, oltre a provocare ingenti danni all’ambiente marino eludono i basilari controlli sanitari danneggiando il lavoro dei pescatori, dei grossisti e dei ristoratori professionisti e mettendo a rischio la salute pubblica». L’operazione è stata ripresa anche dalle telecamere di “Striscia la Notizia”, «da sempre molto sensibile alla tematica della pesca abusiva, che ringraziamo sentitamente per l’attenzione riposta su questo serio problema e per l’opera di divulgazione delle serie conseguenze che comporta la pesca illecita sull’ambiente e sulla salute pubblica – ha detto ancora Comuzzi -. Raccomandiamo infine ai consumatori, per la salvaguardia della loro salute, di acquistare prodotti ittici esclusivamente da operatori del settore alimentare regolarmente autorizzati, gli unici titolati a vendere e somministrare prodotti ittici e sottoposti a continui controlli da parte dei servizi veterinari lungo tutta la filiera produttiva».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE