“Boscoreale in marcia” per Imma e contro la criminalità


1584

L’assessorato alla Legalità e Pubblica Istruzione, in collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado del territorio, e con Associazioni no-profit, per venerdì 6 aprile ha organizzato la manifestazione “Boscoreale in marcia”, marcia per la legalità contro ogni forma di violenza. Una marcia per dire NO alla Camorra alla Violenza e alla Criminalità. Era proprio di Boscoreale, tra l’altro, Imma Villani, uccisa a Terzigno dal marito a soli 31 anni. L’uomo si è poi suicidato.



I protagonisti della giornata saranno tutti i bambini e i ragazzi delle scuole di Boscoreale, che dopo aver condotto studi, incontri e attività formative ed educative per la settimana della legalità, concluderanno il loro percorso con una manifestazione che si terrà presso l’area mercatale di via Passanti. Le strade della città saranno attraversate da tre cortei, con oltre duemila alunni delle scuole di ogni ordine e grado.  Il programma prevede alle 9 il raduno di alunni e autorità in tre diverse località: gli alunni dell’Istituto comprensivo 2° F. Dati e delegazione Vesevus si ritroveranno in piazza Pace; gli alunni dell’Istituto comprensivo 1° Cangemi, si raduneranno in via Cangemi; gli alunni dell’Istituto comprensivo 3° Castaldi Rodari, si raduneranno al Piano Napoli Passanti.

Alle 9,30 partenza contemporanea dei cortei dalle suddette località, per raggiungere l’area mercatale di via Passanti. Il primo corteo percorrerà: piazza Pace, via S.T.E. Cirillo, via Cangemi, per unirsi con il secondo corteo che nasce da quella località. Tutti insieme marceranno per via L. Oliva, via Diaz, via Passanti per raggiungere l’area mercatale. Altro corteo partirà dal Piano Napoli Passanti e percorrerà via Mons. Castaldi, via Parrella, via Passanti, per raggiungere l’area mercatale. Nell’area mercatale, dopo i saluti istituzionali, gli alunni proporranno letture per la Legalità e performance. La manifestazione si concluderà con esibizioni artistiche curate da associazioni del territorio che hanno aderito alla giornata internazionale delle Nazioni Unite dello Sport per lo Sviluppo e per la Pace”.

«Spero che la marcia rappresenti solo l’inizio di un percorso condiviso tra più istituzioni  – spiega Valentina Mazzola, assessore alla legalità e alla pubblica istruzione – , per accompagnare ed educare le nuove generazioni alla legalità e alla cittadinanza attiva, offrendo ai minori opportunità concrete di cambiamento, attraverso la conoscenza del territorio in cui vivono e delle sue dinamiche sociali, culturali ed economiche, stimolandoli ad essere agenti di cambiamento e diffusione di legalità e coscienza civile. Bisogna cominciare dal trasmettere regole del vivere comune e ai principi etici condivisi, stimolarli ad essere responsabili, a comprendere il nesso tra diritti e doveri, affinché possano contribuire ad una società più giusta, divenendo punti di riferimento per la lotta alla criminalità organizzata e per il sano sviluppo del proprio territorio».

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE