Terzigno, l’amica di Imma in tv: «Lui le urlava e sputava contro, ho visto i video»


4653

Il delitto di Terzigno è stato uno degli argomenti trattati nell’ultima puntata di Quarto Grado, programma televisivo in onda su Rete 4 che si occupa degli approfondimenti giornalistici sui casi di cronaca più eclatanti e maggiormente dibattuti. Qui un inviato ha intervistato un’amica di Imma Villani, la mamma 31enne uccisa davanti la scuola elementare frequentata dalla figlia, che ha parlato di ripetute violenze ed ha descritto una situazione familiare non propriamente serena. Raggiunta telefonicamente da uno degli inviati della trasmissione che si è occupato del delitto di Terzigno, la donna, la cui identità non è stata rivelata, ha descritto Pasquale Vitiello come un marito-padrone, un uomo molto geloso e possessivo che costringeva la moglie a restare a casa, la cui rabbia spesso sfociava in manifestazioni violente delle quali era vittima la compagna.



Ecco le parole dell’amica di Imma: «La maltrattava, parolacce a non finire. Lei quando bisticciava con l marito faceva anche i video delle parolacce e, scusate la parola, anche di uno sputo. Lui le dava spintoni, calci… lei aveva dei lividi, mi fece vedere e dopo abbiamo fatto la denuncia. Dopo 9 anni di matrimonio una non ce la fa più». E ancora: «Lui non voleva che lei usciva, la voleva segregata in casa. Quello era un animale e poi aveva un brutto carattere, era falso. Lei non ce l’ha fatta più a sopportare e se n’è andata a casa del padre e il marito non voleva nessuno neanche in casa del padre. Vedendo che lei se ne era andata, vedendo che era andata dai carabinieri a fare la denuncia è scattata la molla in questa mente diabolica di Pasquale».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE