Terzigno choc, tenta di uccidere la moglie a bastonate: arrestato

17659

Ancora un femminicidio, questa volta tentato, a Terzigno, dove già ieri un 36enne ha ucciso la moglie per poi suicidarsi. Questa mattina la polizia ha arrestato un uomo di anni 48 per i reati di maltrattamenti in famiglia, percosse, lesioni personali aggravate nei confronti della moglie. Un matrimonio complesso sin dall’inizio quello della coppia, fatto di litigi e percosse, anche per futili motivi; 14 anni fa l’uomo aveva mandato in ospedale la moglie, operata d’urgenza per lesioni interne, ma la donna non ebbe il coraggio di denunciarlo. Nel corso degli anni più volte è stata picchiata e offesa dal marito, con conseguenze anche gravi. Tre settimane fa, lei stessa, dopo aver subito un delicato intervento chirurgico, era stata costretta a ritornare nello stesso ospedale, per dei pugni presi dal marito. La donna più volte ha richiesto l’intervento delle forze di polizia, senza però denunciare.



Il pensiero che la moglie lo tradisse ha assillato l’uomo, fino a quando la donna, questa mattina, ha messo la parola fine alle continue violenze. L’uomo allora l’ha attesa nel cortile con una spranga di ferro per cercare di entrare dentro casa, e le ha inviato vari whatsapp vocali offensivi e minacciosi, promettendole che l’avrebbe uccisa se non l’avesse fatto entrare subito. La donna non sapendo cosa fare, impaurita ha cercato di calmarlo, poi ha contattato la figlia chiedendole di avvisare subito il 113. I poliziotti hanno trovato l’uomo in forte stato di agitazione all’interno della propria vettura e lo hanno arrestato.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE