RIME NEOMELODICHE – La donna napoletana

661

Rileggendo i racconti finora pubblicati, mi sono reso conto che traspare, ( ma é un eufemismo ) perché é proprio evidente, un certo attaccamento alla mia terra e a tutto cio’ che nel mondo la rappresenta.
O’ Vesuvio, il golfo col Pino, il lago d’Averno…per non parlare delle tipiche prelibatezze: a frittata, a sfugliatella, o’cafe ‘…
e non mi basta.
Perche’tra le tante bellezze citate, ci manca la regina di questa città, nella sua semplicità’…nei colori…
nella sua capacità di esaltare, con un sorriso, quanto ci circonda :



” la donna Napoletana ”

Chi mi ha ispirato non ha nome, e’ solo una ragazza che ho casualmente incrociato nelle vicinanze del mare di Posillipo nella via, in parte ancora campestre, che declina dalla collina fin giù alla ” spiaggia della Gaiola “*, in una giornata innaturalmente soleggiata per questa stagione.
Una giovane sorridente, in tutta la sua naturale capacità di fondersi per i morbidi contorni ed i colori, con il paesaggio.
La voce del mare e dei gabbiani festosi, in questa visione, mi hanno sussurrato, come fosse il motivo di una canzone, un pensiero…un appassionato pensiero, neomelodico, naturalmente.

Queste sono le donne, le nostre donne mediterranee…
appassionate, colorate, formose.

~ DIPINTO ~
Spensierato cerco tra le persone
qualcosa che mi parli di te… cerco una visione.

Son solo…non c’è gente, solo fiori…
solo la natura mi circonda, coi profumi e coi colori.

Ciò che la natura mi dona pervade l’aria,
e occupa gli spazi di una tela immaginaria.

Ed ecco prende forma, e infine, l’immagine m’appare…
come il sole al mattino, prima di albeggiare.

Il rosa delle rose, colora la tua pelle vellutata…
il rosso del tramonto, la tua bocca infuocata…
come spuma di mare, é il tuo bianco sorriso…
la sua profondità…colora gli occhi sul tuo viso…

e delle colline il morbido contorno…
racchiude, armoniosamente, le tue forme.

GESU’….quann si bbella!!!
S©iro

(*) l’isoletta della Gaiola é una delle isole del golfo di Napoli, si trova di fronte alla costa di Posillipo, a poche bracciate di nuoto, nella zona denominata parco sommerso della Gaiola.

Chi è Ciro Notaro:
E’un ex funzionario Agenzia delle Entrate di Naploi3….Napoletano.
Scrive pensieri in rima che definisce melodici, quando toccano temi passionali (o’core, l’ammore, l’amicizia) oppure neomelodici, quando son temi di fantasia ironici, parafrasando i testi dei cantanti neomelodici….e poi quelli che lui stesso definisce “Penzier pe’ pensa”che, altro non sono che spunti di riflessione sulle cose della vita.
Si firma con uno pseudonimo ” S©iro ” e scrive in rima per dare musicalita’ alle parole.
Il suo intento nel proporsi all’ attenzione de “il fatto Vesuviano”, e’ di dare risalto ad alcuni progetti di solidarieta’
…perche’ ritiene solidale il supporto del giornale nell’ evidenziare il suo intento e a rafforzare la sua idea di
” amicizia solidale “.

Ci tiene a precisare che cio’ che espone e’ in forma dialettale parlata e non sono poesie bensì, “Raccontinrima” perche’ si reputa un cantastorie di fatti…un modesto Trilussa Napoletano nel denunciare… piuttosto che un poeta.

I contatti per chi volesse sponsorizzarsi con pensieri melodici e sostenere il progetto di “amicizia solidale 2018 intitolato “Pensieri in mille colori per un Arcobaleno di solidarieta’” a favore dei Bambini in difficolta’e di chi a loro provvede sono:

Ciro Notaro..Facebook messenger
Ci.not@libero.it

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE