Rischia il processo dopo la richiesta di rito immediato presentata dalla procura G.M., di San Giuseppe Vesuviano, accusato di aver aggredito una prostituta nella zona del mercato ortofrutticolo a Pagani. Secondo le indagini, l’uomo, attualmente sottoposto al divieto di dimora nella provincia di Salerno, prese di mira una donna, provando a rapinarla. L’imputazione riguarda una rapina commessa contro una ragazza albanese, aggredita d’improvviso e derubata di 80 euro e dei documenti di identità contenuti nella sua borsa. La vittima provò ad opporre resistenza, ma non ci riuscì, finendo a terra, spinta dall’uomo.

I fatti risalgono al gennaio 2017, quando G.M., fuori dal suo territorio, commise i fatti addebitati, come ricostruito dalla Procura: la donna denunciò tutto raccontando l’accaduto ai carabinieri. L’uomo risponde delle accuse di rapina aggravata, per aver portato via con la forza la borsa alla lucciola impegnata nel suo lavoro notturno, e della ulteriore contestazione di lesioni, riguardo le botte e la caduta, a cagionare alla donna una prognosi di 4 giorni dopo la visita al pronto soccorso dell’ospedale di Nocera Inferiore Umberto I. Sulla questione deciderà il gip.