Rapina stabilimento con ascia: catturato 39enne di Pomigliano

561

Raid al Lido Smeraldo a Varcaturo, preso malvivente in meno di due mesi. Ad incastrarlo le testimonianze dei presenti e il numero di targa della vettura usata per la fuga. Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i carabinieri di Varcaturo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 39enne, residente in Pomigliano d’Arco, gravemente indiziato del reato di rapina ai danni dello stabilimento balneare “Lido Smeraldo” avvenuta il 3 febbraio scorso.



Le indagini, scaturite dalla denuncia sporta presso la stazione carabinieri di Varcaturo dal proprietario dello stabilimento e dalle sommarie informazioni testimoniali rese da un dipendente dello stabilimento, permettevano di appurare che l’indagato, introdottosi all’interno dello stabilimento balneare mediante effrazione della finestra, veniva sorpreso dal dipendente mentre rovistava all’interno del registratore di cassa. Il 39enne portava con sé una grossa ascia con lama di metallo e, incurante di essere stato scoperto, l’alzava ripetutamente contro il dipendente minacciando di colpirlo. Solamente temendo l’arrivo delle forze dell’ordine, abbandonava l’arma dandosi alla fuga a bordo di un’autovettura della quale il dipendente riusciva però ad annotare il numero di targa. Le indagini, avviate immediatamente dai militari intervenuti sul posto, permettevano di risalire tramite il numero di targa dell’autovettura Fiat Punto al proprietario della stessa. La fotografia del 39enne veniva poi mostrata al dipendente che lo riconosceva. Trovata e sequestrata l’ascia utilizzata dal malvivente.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE