Furti di corrente, decine di indagati, c’è un uomo di Sant’Anastasia: ECCO I NOMI


2359

In azione dei carabinieri della stazione di Vairano Scalo che intervennero arrestando in flagranza di reato un artigiano di Pietravairano, sorpreso a rubare energia elettrica. Da quell’episodio, gli investigatori riuscirono a ricostruire il sistema con il quale veniva sistematicamente rubata energia elettrica al gestore pubblico. Gli investigatori hanno quantificato un danno pari a 450.000 euro a carico dell’Enel, con un equivalente di 1.800.000 kw sottratti. Coinvolte attività commerciali, civili abitazioni, e a piccole attività artigianali. Fra loro anche importanti strutture commerciali sparse su tutto il territorio della provincia di Caserta. Sotto processo c’è Renato Corvino di Casal di principe ritenuto il promotore e l’attuatore delle azioni tecniche necessarie per frodare l’Enel.



Ci sono poi Capuozzo Francesco di Sant’Anastasia; Crescenzo Caterino di Casal di Principe; Luigi e Vincenza Diglio di Maddaloni; Maria Rosaria Madonna di Lusciano; Mario Marotta di Caserta; Iolanda Natale di Casaluce; Giovanni Pagano di Frignano; Giovanni Papa di San Marcellino; Rosa Parente di San Marcellino; Pasquale Pedone di Alvignano; Antonio Petrillo di Orta di Atella; Pollini Antonietta di Aversa; Antonio de Paolo di Vitulazio; Raffaele Madonna di Aversa; Francesca Maria Diglio di Caserta. C’è poi l’ex dipendente Enel, Mattera Antonio.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE