Boscoreale choc, noto ragioniere in carcere per assegni rubati


3368

È stato condannato a quattro anni di detenzione in via definitiva per una storia di assegni rubati all’ombra del Vesuvio e per altre accuse di calunnia nei confronti di alcune vittime. È finito in carcere a Poggioreale, il noto ragioniere 60enne, Giuseppe Matrone. Il professionista di Boscoreale dovrà scontare la pena in cella. A riportare la notizia è il quotidiano Roma. L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Torre Annunziata, aveva smascherato un giro di assegni rubati e riciclati, grazie alla mediazione di Matrone, che provvedeva ad incassare le somme di denaro. Nel corso del procedimento, il ragioniere di Boscoreale è stato anche accusato di calunnia per false dichiarazioni nei confronti di alcune vittime, inizialmente indagate al posto suo.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE