Officina totalmente abusiva, oltre al ritrovamento di motori di cui non si conosce la provenienza e su cui verrà verificato l’eventuale furto. Ad entrare in azione è stata la polizia provinciale di Nola intervenuta con i vigili urbani di Castello di Cisterna. Nei guai I.V. meccanico del posto già noto alle forze dell’ordine per furto di energia elettrica.

L’officina è stata chiusa, ed inoltre è stato sequestrato un terreno esterno di circa 200 metri quadrati, dove erano accatastati rifiuti mai smaltiti da parte dell’attività commerciale. Insomma, la fiera dell’abusivismo con tanto di oli e scarti pericolosi accumulati nell’area. L’uomo, per evitare i controlli, apriva di pomeriggio lavorando anche di notte.