Terzigno, Villa Angela apre le porte ai senzatetto per l’emergenza gelo


836

Un letto, delle coperte e un pasto caldo. Per fronteggiare l’emergenza gelo scende in campo il Centro di accoglienza straordinaria Villa Angela/il Rosone di Trecase e Terzigno che mette a disposizione dei senza fissa dimora e di chiunque non abbia un tetto sotto il quale ripararsi in queste giornate di freddo polare i propri locali.



«Abbiamo preso questa decisione in maniera del tutto naturale – spiega il direttore Massimo Esposito – ci è sembrato giusto fornire un piccolo aiuto alla comunità di cui facciamo parte». Una iniziativa senza dubbio meritoria che viene incontro anche alle necessità dei Comuni della fascia pedemontana del Vesuvio, chiamati dalle istituzioni superiori a predisporre misure urgenti per far fronte alla straordinaria ondata di freddo.

«Per noi – continua l’imprenditore – è molto importante svolgere questo compito in modo da diventare un punto di riferimento per i nostri concittadini che non sanno dove andare o cosa fare. Invece di volgere lo sguardo altrove vogliamo guardare la realtà che ci circonda e cercare di offrire soluzioni».

Chi lo volesse, dunque, può rivolgersi direttamente agli operatori della struttura ubicata sia a Trecase che a Terzigno, pronti a fornire l’assistenza necessaria ed eventualmente anche un supporto psicologico. «Se accogliamo i migranti che arrivano nel nostro Paese nella speranza di un futuro migliore – conclude il direttore – a maggior ragione ci attiveremo per gli uomini e le donne del nostro territorio, perché di fronte alla sofferenza non c’è barriera, muro o steccato ideologico che possa impedirci di essere umani fino in fondo».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE