RIME NEOMELODICHE – Quando i ritardi della Statale 268 diventano ispirazione


1109

Strada Statale 268…
quando un ritardo e una deviazione….
diventano fonte d’ispirazione.



Quanto tempo è passato…
quante cose son cambiate…
questo pensavo qualche giorno fà di ritorno a casa, poco prima dell’imbrunire, mentre percorrevo una stradina interna per abbreviare il percorso a causa dei disagi causati dalla SS 268, non ancora ripristinata. Sono stato colpito da uno scenario surreale…che ha ravvivato, oltre alla rabbia, la mia indignazione e rivangato vecchi ricordi.
Un’auto parcheggiata ai lati della strada …vetri oscurati da un insufficiente giornale…con dentro due giovani innamorati (eufemismo letterario ) presi dalla passione… a pochi passi da un cumulo di spazzatura, sul quale, alcuni gabbiani si contendevano un pannolino di quelli per bambini, scambiato per qualche lezzoso, ma appetitoso, pezzo di baccalà…
ed in quell’istante ho relizzato: ” che tristezza… il tempo  passato mi lega a ricordi di desiderio, di attesa, il tramonto al mare, i gabbiani e la scogliera…e a questi  poveri giovani invece…una fugace  passione, dint’a na’ terra senza tramonto e scura… cu’quatt  gabbian ca’ s’azzuffano ‘ncopp a’
spazzatura.

Che peccato!
e se permettete…ho avuto una modesta ispirazione.. neomelodica naturalmente.

~ tiemp felici ~

Di ricordi ne ho tanti…
ho fatto mille cose…e non ho rimpianti.

Un ricordo  particolare,
che  voglio rievocare…
é il tramonto in riva al mare..
quando …innamorati, si andava a passeggiare…
a contar gabbiani dalla scogliera….
e parlar d’amore fino a sera..

Allora…d’amore, pria si parlava e poi si facea,
ora … pria si fà…
e poi …cheneparlammaffa’!

…’e si vuo’cunta’e gabbian fin ‘a sera…
de truva’a mmare cchiu’nun v’è  certezza…
a menoche’, si furtunat, ‘e  ‘ncopp a’ spiaggia… ce sta’
nu’ cuofan ‘e munnezza.

Ma nunn’è  proprio ‘a stessa cosa…o no ?

* Ugarie’…Vitto’…Cecco’..
v’arricurdat ?
” tiemp felici ‘e quann’erm guagliun… ”

‘e pecchè nno!…cu’ nu’ pizzec r’immagginazione …

speramm felici, pur pe’sta’ generazione ♡.
S©iro

(*) Ugo Fraconte in arte
Ugarie’
Vittorio Setale in arte
Vitto’
Bruno Viciani in arte
Cecco’

Tre cari amici, con i quali ho condiviso ‘e “tiemp felici”.

“””””””””””””””””””””””””””””
~~~~~~~~~

Chi è Ciro Notaro:
Ex funzionario Agenzia
delle Entrate di Napoli3
..Napoletano.
Scrive pensieri in rima che definisce *melodici quando toccano temi passionali…
*neomelodici quando son temi di fantasia ironici e poi quelli che lui stesso  definisce …
*”Penzier pe’ penza’”…che altro non sono che spunti di riflessione sulle cose della vita.
Si firma con uno pseudonimo  ” S©iro ” e scrive in rima per dare musicalità alle parole.
Il suo intento nel proporsi a
“Il Fatto Vesuviano” é di dare risalto ad un  progetto di        ” amicizia solidale “.

Ci tiene a precisare che ciò che espone è in forma dialettale parlata.. non sono poesie…ma “Raccontinrima” …
perché si ritiene un Cantastorie di fatti…un modesto Trilussa Napoletano nel denunciare… piuttosto che un poeta.
I contatti, per chi volesse  sponsorizzarsi con i pensieri neomelodici di ” S©iro ” e
sostenere  il progetto:

“Pensieri a colori..per un Arcobaleno di solidarietà”
a favore  dei Bambini in difficolta’e di chi a loro provvede.. sono:

Ciro Notaro..Facebook messenger
Ci.not@libero.it

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE