Il carcinoma al colon-retto è la terza causa di morte nel mondo. Molteplici i fattori di rischio, che dai numeri aumentano nella Terra dei Fuochi casertana ed in quella dell’area vesuviana. Motivo per cui la cooperativa Sollievo onlus con sede a Poggiomarino promuove il percorso salute, una serie di appuntamenti per la prevenzione; e si partirà proprio con i test gratuiti per valutare i rischi a la possibilità del tumore al colon-retto. Le iniziative sono sponsorizzate dal main partner Autoricambi Nova e CircoloMotori che hanno deciso di investire per il bene della comunità poggiomarinese e delle città limitrofe al fine di consentire ai cittadini di poter diagnosticare in anticipo la terribile neoplasia.

L’appuntamento è per lunedì 26 febbraio presso la sede della cooperativa Sollievo al civico 97 di via Matteotti a Poggiomarino. Dalle 10 alle 19 sarà il medico Pietro Schettino, specializzato in endoscopia digestiva, ad accogliere i pazienti. «Compiremo tutte le attività preliminare per escludere o recepire la possibilità che la platea possa essere affetta dal carcinoma. Il primo esame da svolgere è quello relativo al sangue occulto nelle feci, dopo di cui, qualora ci fossero le condizioni, saremo noi ad indirizzare le persone nei centri adeguati per ulteriori esami. Chiaramente un esito positivo del test non vuol dire necessariamente avere il tumore. Ma a quel punto è giusto andare avanti proprio per favorire la prevenzione, che è l’unica vera arma che abbiamo contro le neoplasie. È importante – conclude Schettino – che in un territorio come il nostro ci siano imprese private che lavorino per la salute pubblica, cercando in qualche modo di tappare le falle del servizio sanitario». Dopo l’appuntamento di prevenzione del cancro al colon-retto, la cooperativa Sollievo continuerà il percorso con altre iniziative di visite gratuite, il cui calendario sarà reso noto quanto prima. Per quanto riguarda l’appuntamento di lunedì il test è aperto a tutte le persone tra i 50 e gli 80 anni ed a quanti hanno una storia familiare in merito.