È vicino al clan Fabbrocino di San Gennaro e San Giuseppe Vesuviano, l’imprenditore a cui ieri è stato sequestrato un patrimonio di circa 160 milioni di euro tra complessi ricettivi lussuosi, automobili costose e beni mobili ed immobili. Si tratta di Tommaso Filosa  (nella foto), 52enne di Marigliano. A fare il nome è il quotidiano Roma in edicola questa mattina.

L’uomo, secondo la Dda, avrebbe inoltre anche rapporti con gli Arlistico-Terracciano di Sant’Anastasia ed in passato ne avrebbe avuto con gli allora potentissimi Sarno di Ponticelli. Le attività illecite risalirebbero al periodo tra il 1998 ed il 2008. I sequestri sono sparsi tra l’area Nolana, nella stessa Marigliano, a Somma Vesuviana e Pollena Trocchia.