«Aspettiamo di vedere le carte. È chiaro comunque che quando si agisce in emergenza è anche più facile sbagliare». A dirlo il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso (nella foto a sinistra), intervenuto ieri sera alla prima puntata della trasmissione radiofonica de ll Fatto Vesuviano trasmessa da Divina Fm e Novea Radio in cui si è parlato prima della Statale 268 e poi del Carnevale Palmese e di quello di Striano.

Il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, ha parlato del suo impegno per fare riaprire quanto prima il tratto chiuso per lavori della superstrada della morte. Poi non è mancata una domanda in merito allo scandalo che ha travolto l’architetto comunale, Armando Santelia (nella foto a destra), interdetto per quattro mesi a causa delle spese gonfiate per uomini e mezzi durante i roghi sul Vesuvio e per i rifiuti interrati sulla linea Torre-Cancello a Ottaviano: «Da avvocato penalista sono abituato a vedere prima le carte e solo allora esprimere un giudizio – ha commentato il sindaco Capasso – chiaramente sono anche cosciente del fatto che in situazioni di emergenza come quella dei roghi della scorsa estate non è difficile incorrere in errori dettati dalla fretta e dall’urgenza di prendere provvedimenti».