La Statale 268 è ancora chiusa, ma intanto arrivano altri 507 milioni per la sicurezza


1456

Mezzo miliardo di euro per l’arteria che i cittadini chiamano “strada della morte”, la Statale 268 del Vesuvio. È quanto annunciato oggi dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso di una conferenza stampa con l’amministratore delegato di Anas. «Sblocchiamo risorse imponenti per investimenti sulla viabilità: 1,3 miliardi tra finanziamenti della Regione (900 milioni) e dell’Anas (400 milioni) più 2 miliardi di interventi diretti dell’Anas – spiega De Luca – che si aggiungono ai 6 miliardi che abbiamo programmato per l’acquisto di materiale rotabile nei giorni scorsi».



Per la Statale 268 del Vesuvio (507 milioni di euro di investimenti) sono previsti, tra l’altro, interventi di sicurezza stradale, di raddoppio da 2 a 4 corsie e di nuovi sistemi tecnologici per la messa in sicurezza e il monitoraggio. «La scelta dell’intervento – sottolinea l’amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani – si inserisce, tra le altre cose, nell’ambito del piano di evacuazione Vesuvio. Si prevede la progettazione, realizzazione e implementazione di apparati tecnologici per il monitoraggio e il controllo del flusso automobilistico, l’installazione di telecamere a circuito chiuso e altre componenti tecniche per trasformare questo, come altri itinerari, in Smart Road, parte integrante di un network digitale generatore di conoscenza».

Per l’Istat la Statale 268 è una delle arterie campane a più alto indice di incidenti mortali, nonostante sia una via di fuga dalla cosiddetta Zona Rossa. Quest’azione si inserisce all’interno delle 3 convenzioni firmate stamattina da Anas e Regione Campania che riguardano anche la statale 163 Amalfitana e due varianti in galleria alla 163, nei Comuni di Positano e Praiano.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE