Home Notizie Incendi sul Vesuvio: saranno abbattuti tutti gli alberi colpiti dalle fiamme

Incendi sul Vesuvio: saranno abbattuti tutti gli alberi colpiti dalle fiamme

Si è svolta oggi, presso la Città Metropolitana di Napoli, la firma di due protocolli d’intesa per la valorizzazione dei territori Vesuviano. «Questi protocolli, giunti oggi alla firma finale, sono – ha sottolineato il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris – il risultato di un intenso lavoro partito all’indomani dei violenti incendi del luglio 2017 e che ha visto fortemente impegnata la Città Metropolitana di Napoli con le amministrazioni locali, l’Ente parco del Vesuvio e il nucleo per la tutela ambientale dei Carabinieri. Questi accordi ci permetteranno – ha aggiunto de Magistris – di proseguire nel lavoro già avviato di difesa dell’assetto idrogeologico dell’area, degli interventi per prevenire nuovi incendi ma anche per sostenere una politica attiva di rilancio della vocazione turistica dell’area nell’ottica di uno sviluppo sostenibile».

Il primo protocollo sottoscritto oggi prevede infatti interventi per la valorizzazione e la fruibilità turistica sostenibile del territorio Vesuviano ed è stato sottoscritto dal sindaco della Città metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris e dal presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Agostino Casillo. Ciò permetterà di proseguire il lavoro di manutenzione e recupero della rete sentieristica e delle aree verdi e l’attività di prevenzione degli incendi. Il secondo protocollo d’intesa, sottoscritto oltre che dalla Città Metropolitana di Napoli e dal Parco anche dal Reparto dei Carabinieri per la Biodiversità dell’Arma, prevede interventi di messa in sicurezza delle aree boschive, sui versanti ercolanese e boschese, limitrofe alle strade di accesso al Gran Cono e danneggiate dagli incendi del luglio 2017. Il protocollo permetterà di attuare interventi di rinaturalizzazione e messa in sicurezza delle aree danneggiate dagli incendi attraverso l’abbattimento mirato degli alberi colpiti dalle fiamme permettendo, allo stesso tempo, la completa riapertura ed interconnessione dei percorsi sentieristici. In questo quadro la Facoltà di Agraria dell’Università Federico II ha contribuito con propri pareri a rendere minimo l’impatto sul terreno anche per prevenire ulteriori possibili danni al delicato sistema idrogeologico e paesaggistico dell’area. Sarà questa anche l’occasione per ridisegnare, attraverso lavori di manutenzione della rete viaria che porta al Gran Cono, un nuovo tipo di mobilità sostenibile e che coinvolga tutti i Comuni del Parco.

Michele Maddaloni consigliere metropolitano delegato per il Parco Nazionale del Vesuvio ha sottolineato il grande lavoro svolto in una proficua sinergia tra gli uffici della città Metropolitana di Napoli, l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio i Comuni dell’area, il reparto dei Carabinieri per la Biodiversità e l’Università Federico II. «Questo – ha aggiunto il consigliere – ci ha permesso di intervenire immediatamente ed in modo fattivo all’indomani dei devastanti incendi dell’estate scorsa ed allo stesso tempo ha gettato le basi di una nuova collaborazione che oggi questi protocolli sanciscono». Grande soddisfazione è stata espressa anche dal presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Agostino Casillo e dal colonnello Michele Capasso del reparto Carabinieri per la Biodiversità dell’Arma.

Posting....
Exit mobile version