«Dovete riempire New York di questa m… di pomodoro». Così parlava il “ministro dell’export” di Cosa nostra palermitana. In una conversazione intercettata nell’ambito dell’operazione “Game over” della polizia di Stato di Palermo, si sentono il boss e un insospettabile professionista pianificare le “strategie” di invasione del mercato Usa e di sviluppo del fiorente mercato di import-export di prodotti alimentari con gli Stati Uniti.

Ecco allora Francesco Nania, capo della cosca mafiosa di Partinico – socio occulto di Benedetto Bacchi, re dei giochi e delle scommesse online, coinvolto nel blitz – dialogare con Michele De Vivo, commercialista di Ottaviano e residente a San Giuseppe Vesuviano che fungeva da prestanome: «Ora io ci parlo e ci dico, senti io vi do il pomodoro a 17,50 a voi dovete riempire New York di questo pomodoro! Dovete riempire New York! Io ve lo do al prezzo del distributore, ma voi dovete riempire New York di questa m… di pomodoro. Deve arrivare pure nei cogl…. del presidente Obama!».