Sono centinaia i messaggi di cordoglio per Antonio Boccia, l’ex patron dell’Isef deceduto ieri a soli 41 anni per complicazioni respiratorie. In tal senso il Mug ha diffuso una nota: «Il Movimento Unitario Giornalisti e il suo presidente Mimmo Falco si stringono intorno alla famiglia, e in particolar modo alla madre Lina, del giovane collega pubblicista Antonio Boccia, scomparso al termine di una lunga e terribile malattia, che aveva affrontato con grande coraggio. Da sempre impegnato nelle iniziative del Mug, di Antonio ricorderemo la sua grande umanità, la voglia di vivere, la tempra di combattente nel confrontarsi con le avversità».

Ma è tanta la gente comune affranta per il lutto che ha colpito Poggiomarino ma anche l’intera provincia di Napoli e del Salernitano. Folla all’arrivo della salma al complesso dei Santi Sposi. Tutti ricordano il garbo de “presidente”, i suoi sogni e la sua calma e gentilezza anche davanti alle sfide più dure della vita, malattia compresa. Domani alle 9 si terranno i funerali presso la parrocchia di Sant’Antonio da Padova a Poggiomarino.