Aggredito da un malvivente che voleva sottrargli l’auto. È accaduto ieri mattina a Torre del Greco. Nel mirino di un balordo è finito Mimmo Pesce, presidente del comitato Unicef Napoli, ferito alla testa. Erano circa le 11,30 di ieri. Mimmo Pesce era appena sceso dal suo ufficio in via Marconi, per dirigersi verso l’auto di servizio parcheggiata poco distante. Una Mercedes di rappresentanza. Si avvicina e scorge la presenza di un uomo all’interno: era un ladro che tentava di portare via la vettura. L’uomo, infatti, identificato poco dopo per S.C. di 49 anni, dopo aver infranto il finestrino posteriore si era intrufolato nell’abitacolo e stava armeggiando vicino al cruscotto alla ricerca di soldi e oggetti.

Vistosi scoperto, il malvivente non ha esitato a colpire Pesce. Due violentissime testate per poi tentare la fuga dalla portiera opposta che però era rimasta bloccata. La colluttazione è stata violenta. Per fortuna alcuni passanti, che hanno assistito alla scena, hanno allertato i carabinieri che hanno potuto fermare il malvivente e soccorrere il malcapitato. Pesce è stato immediatamente accompagnato all’ospedale Maresca dove i sanitari gli hanno riscontrato diverse escoriazioni alla testa e un’infrazione alla falange del secondo dito della mano destra. La prognosi è di 15 giorni.