Ad oltre un mese dall’incidente dell’autobus finito in una voragine – a cui hanno fatto seguito il sequestro e la chiusura del tratto stradale disposti dalla magistratura – permangono ancora disastrose le condizioni dell’asfalto in Via Palma. Buche e crepe pericolose continuano ad aprirsi nel manto stradale (e di quel poco che resta), anche a causa del transito ininterrotto di veicoli, nonostante la circolazione – molto precaria – sia consentita ai mezzi dei soli residenti. Le officine meccaniche e le carrozzerie della zona hanno effettuato decine di interventi negli ultimi mesi per I veicoli andati in panne. Con le piogge e di sera in particolare, è quasi impossibile guidare, dovendo gli automobilisti effettuare pericolose gimkane con il proprio veicolo per scansare le voragini. Proprio stamane un ciclomotore è finito in una profonda buca rompendo un braccetto e ribaltandosi su di un lato. Illeso, per fortuna, il conducente.

Sembrava che la strada provinciale Striano-Abignente dovesse essere ripristinata qualche settimana fa (come trapelato da alcuni consiglieri comunali) e invece ad oggi è un nulla di fatto. Proseguono I disagi per I residenti costretti a fare tortuosi giri lungo le vie secondarie di Striano per poter raggiungere I comuni limitrofi di Palma Campania e San Giuseppe Vesuviano. Quest’ultimo solo poche settimane fa, ha sistemato a proprie spese l’asfalto lungo la strada provinciale Pianillo che si collega per due chilometri proprio con Via Palma. Il disagio e i pericoli per il traffico da e verso Striano rischiano dunque di acuirsi proprio nel periodo in cui tutte le energie sono concentrate per I preparativi del noto Carnevale. E Via Palma non si presenta affatto un buon biglietto da visita in vista dell’evento.