Racket impazzito nel centro storico di Torre Annunziata dà fuoco a due attività commerciali, seminando terrore nel cuore della notte. I raid della criminalità locale sono avvenuti in Corso Garibaldi (vico di San Gennaro), a pochi passi dalla caserma della Guardia di Finanza. Le fiamme hanno danneggiato un negozio di frutta e verdura e uno di casalinghi e detersivi, situati l’uno accanto all’altro e appartenenti alla stessa famiglia di commercianti. Verosimilmente si tratta di un atto doloso a scopo intimidatorio. Il fuoco sarebbe stato appiccato utilizzando taniche di benzina e bottiglie intrise di carburante.

Sul posto, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme. Danneggiati gli ingressi e gli scaffali utilizzati per la merce. Al vaglio dei Carabinieri, che indagano sull’accaduto, le immagini della videosorveglianza dalle quali potrebbero emergere la dinamica dell’episodio ed eventualmente l’identità degli autori del raid. I militari dell’Arma comunque, al momento, non escludono alcuna pista. La città ripiomba così in uno stato di tensione e paura dopo l’attentato dinamitardo messo a segno pochi giorni fa contro le onoranze funebri Vitiello, di corso Umberto I. In quell’occasione a deflagrare fu una vera e propria bomba che distrusse in parte l’ufficio dell’azienda.